Le feste natalizie si avvicinano e bisogna dedicarsi ai preparativi per non arrivare in ritardo con addobbi, regali e ricette sfiziose. Prima di tutto, le decorazioni: una casa spoglia non è certo l’ideale per immergersi nello spirito natalizio, per impacchettare i doni e sfornare biscotti. Bastano pochi elementi, scelti con gusto, per aggiungere ad ogni ambiente un tocco di magia, meglio se realizzati con materiali naturali e sfumature tono su tono. Nordico, green o shabby, quest’anno il Natale predilige un design delicato ma di grande impatto, capace di creare l’atmosfera ovattata di un paesaggio innevato. Colori chiassosi, luci intermittenti e pupazzi parlanti lasciano il posto al legno, naturale o decapato, alle stoffe vaporose come il lino e il pizzo, al vetro soffiato e alle candele, con accostamenti che sfumano tra bianco, grigio e beige.
Largo alle creazioni handmade, alle composizioni di rami, pigne e stelle di carta da utilizzare come centro tavola o per decorare il davanzale. Non solo la porta di ingresso, ma anche quelle che separano gli ambienti possono essere impreziosite con semplici ghirlande di agrifoglio, abete o vischio che, secondo la tradizione, tengono lontani gli spiriti malvagi e attirano quelli benevoli. Elementi in feltro, piccoli oggetti in stile hygge come portacandele in legno di betulla e cuscini ricamanti con motivi norvegesi regalano calore alla camera da letto, promettendo dolci pomeriggi di relax tra le pagine di un libro e una tazza fumante mentre dalla cucina si diffonde il profumo dei dolci appena preparati.
Qualche consiglio? I gingerbread della tradizione anglosassone dal sapore speziato e decorati a forma di omino o di renna, le scorza d’arancia candite, magari ricoperte da uno strato di cioccolato fondente, e l’immancabile panettone accompagnato da una sontuosa crema al mascarpone.